Portogallo - in moto nel Finis Terrae

 

Viaggio stradale in moto (formula Fly & ride - volo + trasporto moto)

Dal 21 al 30 Giugno 2019

L’oceano è una luce che cattura gli occhi. Con il suo fascino e il suo mistero ruba gli sguardi di chi sceglie il Portogallo come meta delle proprie vacanze. Eppure questa lingua di terra compresa tra l’Atlantico e la Spagna, non offre solo le coste meravigliose dell’Algarve, le bellezze naturali dell’entroterra, ma conquista i viaggiatori più attenti con il fascino immortale delle città storiche, dei castelli e monasteri delle regioni storiche Beira, Estremadura e del Norte, area di insediamento delle prime popolazioni lusitane e nucleo originario del regno del Portogallo: perle che raccontano, nella spettacolarità e varietà della pietra, le vicende di un popolo che proprio nell’oceano ha trovato la sua massima esaltazione.

 

Programma di viaggio

Giorno 1: Milano/Bergamo - Porto

Volo Milano Malpensa/Bergamo Orio al Serio – Porto. Trasferimento dei partecipanti dall'aeroporto all'Hotel. Pernottamento in Hotel***.

Giorno 2: Porto - Obidos (312 km)

Prima colazione in hotel e partenza per Costa Nova do Prado, pittoresca località della Costa argentata, nota per i Palheiros, case dipinte a vivaci colori. Rientriamo all’interno e raggiungiamo Coimbra, definita la “Oxford del Portogallo”, antica sede universitaria e prima capitale del Regno del Portogallo. La città alta racchiude i principali edifici storici, ed è facilmente visitabile a piedi, l’ingresso al centro storico avviene tramite l’Arco de Almedina, l’antica porta della medina araba, antipasto per i piatti forti di Coimbra: l’antica cattedrale romanica di Sé Velha e l’Università.
Lasciamo Coimbra in direzione di Lisbona per un luogo di devozione di grande fascino. Ci attende Batalha, la cui fama è indissolubilmente legata al Monsteiro de Santa Maria da Vitoria. La nascita di questo capolavoro gotico manuelino si deve a Joao I d’Avis, futuro re portoghese, in segno di ringraziamento per la vittoria nel 1385 sul nemico Juan I di Castiglia.
Dopo avere attraversato le colline del Parque Natural das Serras de Aire, il finale di tappa di questo nostro itinerario culturale che si snoda alle spalle dell’Atlantico è la cittadina fortificata di Obidos. Il castello manuelino, del XVI secolo, e le possenti mura di origine moresca, rinforzate dai cristiani durante i tre secoli successivi, attraggono lo sguardo, ma queste strutture militari non sono l’unica ricchezza monumentale di Obidos. Sulla piazza principale del borgo, infatti, si può ammirare la Igreja de Santa Maria con i suoi soffitti dipinti e gli azulejos di epoca settecentesca.
Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 3: Obidos - Lisbona (158 km)

Prima colazione in hotel e partenza per il litorale. Ci attende un magnifico tour panoramico della Serra de Sintra e il Parque Natural de Sintra Cascais. L’ingresso nel parco da nord è la fiabesca città storica di Sintra, patrimonio Unesco che vanta sontuosi monumenti come il Palacio da Pena e il Palacio Nacional de Sintra, residenze estive delle famiglie reali portoghesi. Ci addentriamo nella serra per raggiungere la costa atlantica: due perle ci attendono, l’incantevole Azenhas Do Mar, situata su un promontorio a picco sul mare e Cabo da Roca, le cui imponenti scogliere marcano il punto più occidentale del continente europeo. Prima di raggiungere la capitale portoghese abbiamo tempo di sostare a Cascais, località turistica di fama internazionale nel cui comune ospita il circuito dell’Estoril. Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 4: Lisbona

Prima colazione in Hotel e giornata interamente dedicata alla visita della capitale.
Lisbona, la “città bianca”, sul fiume Tago (Rio Tejo), si ammira dall'alto del Castelo de São Jorge nel caratteristico e intricato quartiere dell’Alfama. L'irresistibile luce della città è stata, e continua ad essere, fonte di ispirazione per molti artisti e poeti. Lo splendore candido dello stile tardo gotico manuelino, tipico portoghese, è visibile soprattutto nel quartiere di Belém con la sua Torre, simbolo della potenza navale portoghese al tempo delle scoperte geografiche e l’imponente Monastero dos Jerònimos. I quartieri della Baixa, ovvero “città bassa” e del Chiado, ovvero “chiar”, scricchiolio delle ruote dei carri sulle strade, sono il vanto – culturale, artistico e architettonico – della capitale, un affascinante quadrilatero intarsiato di azulejos e mosaici pavimentali, ricco di pulsante vita quitidiana nei suoi caffé, librerie, ristoranti e pastelarias.
Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 5: Lisbona - Sagres (293 km)

Prima colazione in Hotel e partenza per la Serra de Arrabida, un parco naturale nella penisola di Setubal, caratteristico per i suoi rilievi e baie protette. Superiamo in traghetto l’estuario del Rio Sado per poi raggiungere São Torpes, porta d’ingresso del Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina. Il perimetro del parco si estende sull’oceano per 110 km nelle due regioni confinanti dell’Alentejo e dell’Algarve. Superata la la cittadina storica di Aljezur, si aprono spettacolari percorsi sulle scogliere e dune di Bordeira, punti panoramici (miradouros) su incantevoli baie e spiagge (praias) delimitate da rilievi rocciosi. Meta della nostra tappa è Sagres, il centro culturale di maggior interesse dell’Algarve, definita dai mori “Andalusia occidentale” (in arabo: al-Gharb al-Andalus). Nell’immaginario popolare portoghese, la piccola località è la simbolica capitale dei secoli d’oro. Questo promontorio dalle ripide pareti rocciose, nel XV e XVI secolo, divenne punto di partenza per le spedizioni che trasformarono l’impero portoghese in una vera e propria potenza economica e militare. La presenza di Enrico il Navigatore aleggia ancora tra le mura della Fortaleza di Sagres e di Cabo de Sao Vicente. Pochi chilometri assolutamente indimenticabili separano Sagres da Cabo de Sao Vicente; il momento della giornata più adatto per ammirare la forza e il fascino che si sprigiona da questo luogo battuto dai venti e dalle onde dell’oceano è senza dubbio il tramonto.
Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 6: Sagres – Évora (339 km)

Dopo la prima colazione in Hotel partiamo alla volta di Burgau, un bianco villaggio che segna il confine orientale del parco. La strada, e le sue immancabili deviazioni lungo la costa, ci portano a scoprire angoli dell’Algarve meno turistico, una terra aspra, con scogliere e falesie a picco sul mare che raccontano l’eterna lotta tra l’uomo e le onde. All’altezza di Lagos, dopo avere visitato, le scogliere di Ponta da Piedade, lasciamo la costa per addentrarci nell’interno della regione del basso Alentejo. Lungo la tappa faremo sosta nella cittadina di Beja per visitare il castello. Seguendo un tragito di strade panoramiche arriviamo in serata nella citta storica di Évora. Tra le più affascinanti località portoghesi, è patrimonio Unesco dal 1986, grazie alla sua ricchezza architettonica che spazia dal periodo romano al dominio arabo, dal gotico medioevale al rinascimento e barocco.
Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 7: Évora – Covilha (326 km)

Prima colazione in Hotel e partenza per Estremoz, città storica dell’Alto Alentejo. Si prosegue per la Serra de São Mamede dove visiteremo Marvão e Castelo de Vide, due pittoreschi villaggi fortificati abbarbicati sulle colline della sierra. Lasciamo l’Alentejo seguendo un percorso di grande suggestione panoramica tra i rilievi delle Beiras che ci porterà fino alle porte del Parco Naturale della Serra de Estrela. Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 8: Covilha – Valle del Douro (334 km)

Prima colazione in Hotel e mattinata dedicata alle strade e valli più panoramiche del Parco Naturale della Serra de Estrela, la catena montuosa più alta del Portogallo. Una volta usciti dal parco, proseguiamo verso nord con soste al castello di Pinhel e Figueira de Castelo Rodrigo nella Beiras Altas. Raggiungiamo infine la meta di tappa, la valle del fiume Douro, zona vitivinicola famosa per la produzione del rinomato vinho do Porto, invecchiato in botti per anni con aggiunta di acquavite. Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 9: Sibiu - Valle Douro – Porto (154 km)

Dopo la prima colazione in Hotel, lasciamo le viti coltivate a terrazze lungo le sponde del fiume Douro per visitare due città di grande interesse storico della regione del Norte, Amarante sul fiume Tamega e Guimaraes, città del primo re portoghese Alfonso Henriques, ancora oggi celebrata come luogo di nascita del Regno di Portogallo. L’imponente scalinata del Santuario di Bom Jesus do Monte, situato sulla cima di una boscosa collina, è il preludio della vicina Braga, elegantemente abbellita da molti tesori architettonici, è la la capitale religiosa del Portogallo con ben 35 chiese e una lunga storia ecclesiastica alle spalle che si fa ricordare soprattutto per l’arcidiocesi più antica del paese. Una breve corsa di 50 chilometri dividono Barga da Oporto, meta della giornata. Pernottamento in Hotel ***.

Giorno 10: Sibiu - Porto – Italia

Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita di Oporto. Adagiata sulla foce del fiume Douro, la seconda città del Portogallo è sofisticata e popolare allo stesso tempo, con i suoi edifici barocchi da una parte e le case addossate lungo il fiume al Cais da Ribeira dall’altra. Porto si lascia scoprire tra i suoi quartieri alti e bassi, tanto disomogenei quanto affascinanti. Tra i monumenti più rilevanti la Chiesa di São Francisco, quella di Santa Clara, la cattedrale Sé, costruita come una chiesa-fortezza tra il XII e il XIII secolo. In netto contrasto il popolare rione di Ribeira con le sue case addossate le une alle altre a volte decorate con le tipiche maioliche, tra strettissimi vicoli acciottolati in discesa libera verso il fiume. Qui, lungo il fiume, sono chiaramente visibili le caratteristiche imbarcazioni chiamate Barcos Rabelos, che venivano usate nei tempi passati per il trasporto del vino Porto dalle zone di produzione nell’interno ai magazzini delle cantine situate a Vila Nova de Gaia.

Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia.

 

 

L’ORGANIZZAZIONE SI RISERVA IL DIRITTO DI APPORTARE AL SOPRAINDICATO PROGRAMMA TUTTE LE MODIFICHE NECESSARIE A GARANTIRE LA SICUREZZA E LA BUONA RIUSCITA DEL VIAGGIO, TENUTO CONTO DELLE CONDIZIONI VARIABILI DI STRADE, PISTE, GUADI NEI FIUMI, DELLO STATO DEI PONTI, DELLE CONDIZIONI SANITARIE ED ATMOSFERICHE NONCHE' DEL LIVELLO DI GUIDA DEI PARTECIPANTI.

NOTE DI VIAGGIO IMPORTANTI

PER INFO: TEL. +39-3355340456 / ettorefra1963@gmail.com

MODULO DI ISCRIZIONE Scarica in formato word

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE COMPRENDONO

LE QUOTE NON COMPRENDONO

NUMERO MINIMO PARTECIPANTI: 12

^ Torna al catalogo viaggi