IRAN Off Road

DESERTI NEL MONDO: Lut Desert: Le dune oltre il cielo

Dal 21 Ottobre al 16 Novembre 2017 (trasferimento via terra) - Dal 30 Ottobre al 8 Novembre 2017 (trasferimento in aereo)

Anno nuovo, Avventura nuova! Si, dopo aver girovagato in lungo ed in largo tra Sahara e Rub al Khali e non potendo più percorrere le piste che tanto ci hanno emozionato per decenni per motivi politici, partiamo alla scoperta di un Paese nuovo per noi ma non per le antiche popolazioni indoeuropee: l'Iran. Fantastica Nazione dell'Asia Minore, è stata la culla per diversi popoli tra i quali gli Ittiti, i Babilonesi e gli Assiri.....Oggi gli iraniani o persiani, a dispetto di quanto si legge sui giornali e si vede attraverso i notiziari sono una popolazione che sta attraversando una trasformazione radicale anche grazie ai social network. Molti ragazzi simpatizzano per l'antica religione dello Zoroastrismo, molti si sentono musulmani ma prefersicono vivere la loro fede. Il territorio iraniano è vastissimo e all'interno di esso oltre a montagne che raggiungono i 3.000 metri, esistono due deserti spettacolari e noi in questo tour esploreremo in maniera approfondita il Lut Desert. Il Lut era assolutamente inviolato e vietato fino a pochissimi anni fa. Al cambio di paesaggi nei deserti ci siamo abbastanza abituati, ma qui rimarremo sbigottiti: maestose formazioni d’argilla indurite dal sale e modellate dal vento (kalout) che finiscono in incredibili vallate ricoperte di sabbia vulcanica, sale e gesso. Le difficoltà maggiori sicuramente sono dovute alle condizioni climatiche estreme sia d'estate (+70°) che d'inverno (-10°) ma chiunque ha viaggiato in Algeria e Libia non è nuovo a certe temperature!!! I tempi per effettuare una spedizione in Iran sono maturi ma non sappiamo per quanto quindi approfittiamone e dedichiamo questi giorni all'esplorazione di un territorio ai più sconosciuto ma che certamente riserverà piacevoli sorprese dietro ogni angolo. La nostra Agenzia locale provvederà al trasporto dei passeggeri per l'intero periodo del viaggio. Uniremo l’adrenalina delle dune alla visita di luoghi storici imperdibili: Isfahan e Yazd su tutti.

Sono previste varie opzioni di partecipazione:

- partenza dall'Italia accompagnati dalle assistenze
- due modalità di trasferimento libero con appuntamento a Istanbul o alla frontiera iraniana
- trasferimento in aereo e ritrovo direttamente in Iran

IL VIAGGIO:

Il viaggio dall’Italia comincerà, per chi lo vorrà, fin da Ancona, per prendere assieme il traghetto per Igoumenitsa in Grecia. Da qui verso la Turchia orientale, Istanbul, la Cappadocia… vedremo di non farci mancare nulla!! Poi entreremo in Iran dove ci staremo 16 giorni, alla scoperta di paesaggi incredibili e sconosciuti. Sappiamo bene che questo Paese può suscitare forti perplessità, i nostri media occidentali ci hanno abituato ad averne paura! Tutti quelli che ci sono stati ci hanno riportato invece sicurezza, affabilità, gentilezza, accoglienza. Mettiamo da parte le storie politiche, e partiamo sereni verso le sue montagne, i suoi deserti di sabbia e la millenaria Storia da visitare (Isfahan, Persepoli ...). E le statistiche lo danno come uno dei Paesi più sicuri al mondo per i turisti. Come evidenziato sopra, siamo poi riusciti ad ottenere attraverso relazioni e accordi con il Ministero, la possibilità di entrare in Iran senza l’obbligo del carnet de passage. Che sarà sostituito da una garanzia di gruppo che andremo a stipulare noi, in accordo con il corrispondente locale.

Una nota sulle assistenze:

Oltre all’immancabile Unimog, avremo in Iran 2 veicoli 4x4 di guide locali e un pulmino di appoggio per i tratti su strada. Un 4x4 locale sarà sempre di scopa al gruppo, con a bordo una guida parlante italiano. Un altro veicolo sarà in apertura per facilitare le operazioni nelle stazioni di carburante e nei posti di blocco. Un’altra vettura infine viaggerà un giorno davanti a noi per snellire tutte le procedure nei barrage che troveremo al fine di limitare al massimo le perdite di tempo e goderci così il viaggio senza tropi intoppi.

 

 

 

 

 

 

 

Programma di viaggio

21 Ottobre: Ritrovo ad Ancona – traghetto per Igoumenitsa

Partena dall'Italia verso la Grecia col traghetto via Mediterraneo. cena e pernottamento a bordo nave.

22/23/24/25/26 Ottobre: Igoumenitsa - Bazargan (3.000 km)

Attraverso Grecia e Turchia arriveremo al confine Turchia/Iran, ingresso da Bazargan – appuntamento con chi è venuto in maniera autonoma. Itinerario da comunicare. Cene e pernottamenti lungo il percorso saranno prevalentemente in campeggi o in strutture da selezionare.

27/28 Ottobre: Frontiera di Bazargan – Tabriz - Zanjan (620 km)

Trasferimento stradale verso l'interno dell'Iran. Cena e pernottamento in hotel.

29 Ottobre: Matin abad desert (550 km)

Primo percorso in off road. Cena e pernottamento al campo.

30 Ottobre: Matin abad desert – Isfahan (180 km)

Arrivo a Isfahan dei viaggiatori che arrivano dall'Italia col volo aereo. Cena e pernottamento in hotel.

31 Ottobre: Isfahan

Giornata libera per visitare la bellissima città di Isfahan, capitale del 17 ° secolo della Safavidi, indicato come NESF-e-Jahan (metà del mondo) nelle fonti safavide. Non ci perderemo la visita dei famosi ponti di Khajou & Si-o-seh pol e della magnifica Moschea del venerdì, con la famosa Uljaitu mihrab (nicchia di preghiera) del periodo Khanid. La Moschea del venerdì è considerata un museo ed è una delle più grandi moschee del mondo. Poi il Chehel Sotun Palace, costruito da Shah Abbas II nel 17 ° secolo, che con le sue venti colonne di legno che riflettono nella superficie della piscina danno origine al suo nome “il Palazzo delle Quaranta Colonne”. Nel pomeriggio visiteremo poi una delle piazze più grandi del mondo, la Maidan-e-Naghsh-e-Jahan, con diversi siti: il palazzo Ali- Qapu con le sua incantevoli camere e balconi con vista sul Maidan, da dove il re safavide guardava le partite di polo, e due delle più grandi moschee del mondo islamico - Lotfollah e l'Imam [Shah] - con magnifica architettura e piastrelle, per finire con una visita al Bazar Qeisarieh con centinaia di negozi che espongono le arti e artigianato per i quali Isfahan è famosa nel mondo. Cena e pernottamento in hotel.

1 Novembre: Isfahan – Yazd (330 km)

Finalmente siamo in vista del Lut Desert, la nostra meta di viaggio. Cena e pernottamento in hotel.

2 Novembre: Yazd – Kaluts: campo ai bordi del Lut (510 km)

Arriveremo oggi in una zona magica e assolutamente irreale: la zona dei kaluts. Sono maestose formazioni d’argilla indurite dal sale e modellate dal vento. Prima di entrare effettueremo l’ultimo rifornimento. Per i prossimi 5 giorni saremo infatti in assoluta autonomia. Il Dasht-e Lut si è formato su un basso altopiano, corrispondente a un antico bacino di drenaggio formatosi in un catino interno. In buona parte ricoperto da uno spesso strato di sale, nella sua parte più centrale è stato modellato dai venti che hanno formato una serie infinita di creste e avvallamenti paralleli, formando gole ed inghiottitoi in uno scenario unico al mondo. Cena e pernottamento in campo.

3/4/5/6 Novembre: solo sabbia e dune nel Lut (300 km)

Chi è stato nei grandi Erg Libici e Algerini riproverà le stesse emozioni, amplificate dalla maestosità di queste incredibili montagne di sabbia alte fino a 500 metri e completamente prive di vegetazione. Entusiasmanti galoppate nei gassi tra le dune, infinite salite verso le cime più alte, scavallamenti di barcane (dune tagliate) e discese da togliere il fiato… saranno queste le costanti di questi 4 giorni. Nelle soste, per insabbiamenti, bivacchi, campi notturni, il nostro sguardo sarà spesso rivolto anche a terra dove non sarà così impossibile trovare frammenti di meteoriti (ma di questo vi racconteremo). Passeremo anche dalla montagna che guidò il famoso esploratore Sven Hedin per attraversare per primo il Lut, denominata Kuh-e Malik Mohammed. Cene e pernottamenti in campi tra le dune.

7 Novembre: Lut Desert - Kerman (230 km)

Oggi saluteremo le dune e ci dirigeremo verso Kerman per arrivare nel pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel.

8 Novembre: Kerman – Matin abad (700 km)

Partenza per l'Italia per i partecipanti che rientrano col volo aereo. Incomincia il tragitto per il rientro e ci dirigiamo nuovamente verso nord- Cena e pernottamento al campo

9/10 Novembre: Matin abad – Zanjan - Tabriz (870 km)

Volo icomincia il tragitto per il rientro e ci dirigiamo nuovamente verso nord- Cena e pernottamento al campo

11 Novembre: Tabriz – Bazargan border (300 km)

Siamo ormai in vista del confine e pronti per uscire all'indomani dal Paese iraniano. cena e pernotaamento in hotel.

12/13/14/15 Novembre

Rientro verso Igoumenitsa e traghetto per Ancona, dove terminano i nostri servizi. Itinerario da comunicare. Cene e pernottamenti lungo il percorso saranno prevalentemente in campeggi o in strutture da selezionare.

 

- Teheran, la capitale, è situata a 1.132m nel nord del paese su un altopiano del versante meridionale dei monti Elburz. La città nuova, di impronta europea, con ampi viali e parchi, si trova a nord; la città vecchia, costruita dai magiari, con strade strette e tortuose, dove si aprono i caratteristici bazar e si trovano i più antichi monumenti, a sud. I monumenti rimasti della vecchia Teheran sono il Palazzo del Gulistan (giardino delle rose), che comprende il complesso degli edifici ex reali (al cui interno si trova tra l'altro il famoso Trono dei Pavoni), la Moschea Reale (Masgid-i Sah) e quella di Sipahsalar. Nella città moderna molti sono i palazzi di stile europeo, come quelli che incorniciano la Piazza dell'Armata (Maydan-i Sepah). Il palazzo imperiale Kakh-e-Marmar con cupola rivestita di maiolica è stato costruito nel 1930. Tra le collezioni d'arte pubbliche importantissimo il Museo Archeologico. Da visitare il Bazar che occupa il cuore della città.

- Yazd, capoluogo della provincia omonima, sorge a 1.160 m sull'altopiano centrale. Città antichissima, è circondata da un singolare ambiente naturale al margine di due deserti: a nord quello salato di Dasht-e Kavir e a sud quello sabbioso di Dasht-e Lut. Conserva molti monumenti, tra cui la grandiosa Moschea Gami, eretta fra il 1324 e il 1365, la cosiddetta Moschea Vaqt u Sa'at (1325) e la madrasa Samsiya (1365), riccamente decorata. Al periodo selgiuchide appartiene il mausoleo detto Davazdah Imam (1037). Molte le case in mattoni di fango che conservano la torre del vento (bad ghir) e la cisterna sotterranea per l’acqua (ab anbar). A Yazd, che ospita una numerosa comunità di zoroastriani, si trovano anche alcuni cosiddetti ‘templi del fuoco’: da visitare tra tutti il Tempio di Ateshkadè, in cui da quasi 1400 anni ininterrottamente un grande braciere alimenta un fuoco, simbolo di questo culto.

- Kerman, capoluogo dell'omonima provincia, è situata a 1.700 m in una fertile vallata dell'altopiano iraniano. Sulla collina che domina la città sorge l'antica cittadella, chiamata Qala-yi Duktar. Interessantissimo è il Gumbad-i Gabaliya, edificio forse risalente al XIII secolo, a pianta centrale, sormontato da una cupola e circondato da un perimetro esterno di forma ottagonale. Il Masgid-i Malik è una moschea di origine selgiuchide ormai in stato di abbandono; selgiuchide è anche il Mausoleo di Kwagia-Atabak. Kerman è tuttora famosa per la sua manifattura di tappeti, di stile particolare e di notevole bellezza; nella città viene prodotta anche molta frutta secca, tra cui il famosissimo pistacchio iraniano.

 

 

L’ORGANIZZAZIONE SI RISERVA IL DIRITTO DI APPORTARE AL SOPRAINDICATO PROGRAMMA TUTTE LE MODIFICHE NECESSARIE A GARANTIRE LA SICUREZZA E LA BUONA RIUSCITA DEL VIAGGIO, TENUTO CONTO DELLE CONDIZIONI VARIABILI DI STRADE, PISTE, GUADI NEI FIUMI, DELLO STATO DEI PONTI, DELLE CONDIZIONI SANITARIE ED ATMOSFERICHE NONCHE' DEL LIVELLO DI GUIDA DEI PARTECIPANTI.

NOTE DI VIAGGIO IMPORTANTI Abbiamo stipulato una convenzione che rende garante Osservando Il Mondo, per cui i partecipanti in auto e moto NON avranno l'obbligo del "carnet de passage en douane" normalmente obbligatorio.

 

PER INFO: TEL. +39-3355340456 / INFO@OSSERVANDOILMONDO.COM

MODULO DI ISCRIZIONE (Scarica in formato word).

 

QUOTE DI PARTECIPAZIONE

LE QUOTE COMPRENDONO


Tutte le notti in hotel 4-5* in mezza pensione, in camera doppia, dove previsti nel programma, tutte le cene previste nel programma, pasti caldi serali e colazione, per motociclisti e passeggeri su veicoli organizzazione sono compresi anche i pasti di mezzogiorno, dove previsti a bivacco pertanto gli equipaggi dei veicoli 4x4 si dovranno organizzare in maniera autonoma per lo spuntino di mezzogiorno, il servizio cucina viene erogato per i giorni in cui effettivamente si seguono i veicoli Organizzazione, in caso di andata o ritorno in modo autonomo, totale o parziale, ogni equipaggio dovrà provvedere a sé stesso nel periodo e non avrà diritto ad alcuna detrazione, tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate per motociclsti e passeggeri veicoli organizzazione, accompagnatori guide italiani al seguito, camion 4x4 assistenza, 2 veicoli 4x4 di guide locali in Iran e un pulmino di appoggio per i tratti su strada, utilizzo completamente gratuito del telefono satellitare in caso di emergenza, assicurazione furto bagagli/sanitaria, assistenza tecnica (manutenzioni straordinarie e riparazioni impreviste, compatibilmente con il tempo, la gravità del guasto ed i ricambi a disposizione) e logistica per tutto il corso del viaggio con insegnamento delle nozioni di basilari di orientamento e navigazione con uso di bussola e satellitare, road book completo, cartaceo e in elettronico, inviti per procedure richiesta di visto.

 

LE QUOTE NON COMPRENDONO


Carburante proprio mezzo, pedaggi vari, traghetto Italia/Grecia A/R, volo aereo Italia/Iran A/R, pasti a bordo della nave, tutti i tipi di bevande, tavoli, sedie, piatti, bicchieri e posate per i veicoli 4x4 NON saranno forniti, manutenzione ordinaria dei mezzi, carta verde obbligatoria – in mancanza si stipula in frontiera, gita guidata facoltativa a Ishafan, con pulmino e guida parlante italiano – Euro 65 a persona. In alternativa visita libera alla Città, tutti i pernottamenti e i pasti non a bivacco nei due trasferimenti di andata e ritorno in Grecia e Turchia. Generalmente sceglieremo campeggi o strutture turistico ricettive da decidere. I costi dei medesimi dovranno essere regolati in loco, direttamente alle strutture. Tutto quanto non espressamene indicato ne "le quote comprendono".

 

NUMERO MINIMO PARTECIPANTI: 20

^ Torna al catalogo viaggi