“Argentina, Chile e Bolivia, il triangolo della cordigliera Andina”

Un viaggio Avventura on the road a dir poco affascinante, un tour per veri viaggiatori!

Alla scoperta dei luoghi più significativi di questi Paesi del Sud America e alla ricerca di quelle realtà ancora inviolate dal turismo classico.

Il percorso si snoda attraverso strade asfaltate alternate a piste battute nella zona delle lagune in Bolivia.

In Argentina una delle tratte più emozionanti è l’attraversamento della Pampa, uno sterminato territorio verde ricco di pascoli che sembra non finire mai: si percorrono strade per migliaia di chilometri che sembrano non arrivare a nessun luogo.

Dalla Pampa ci spostiamo in Cile, dove il territorio cambia radicalmente. Da qui saliamo sulle Ande ad una altitudine di oltre 3.000 metri per rimanerci diversi giorni scendendo poi verso il deserto di Atacama, con le sue meravigliose sculture rocciose create dall’azione eolica. Il WWF ha classificato questa zona come ecoregione dell’ecozona neotropicale ed è una attrazione per chiunque le ammiri. 

Dall’Argentina al Cile, arriviamo in Bolivia dove ammiriamo ancora con un repentino cambiamento del paesaggi. Un Paese al limite tra sogno e realtà! Colori così intensi da sembrare irreali contrastano con l’accoglienza delle sue città coloniali. Poi un silenzio potente ci pervade incontrando distese di sale, vulcani e lagune colorate. Paesaggi mozzafiato che riempiranno i nostri occhi e scalderanno le nostre anime, nonostante le rigide temperature del “Il Salar di Uyuni”, una distesa di sale per oltre 200 km che riempie una depressione ad oltre 3.000 metri di quota al cui centro si trova l’isola del Pescado, completamente ricoperta da altissimi cactus.

Terminando il tour si torna in Argentina, dove ci attendono le fantastiche cascate di Iguazu al confine con il Brasile e il Paraguay, passando per le missioni gesuite risalenti all’epoca dei Conquistadores. 

Questo viaggio on the road nel triangolo della cordigliera Andina è difficile da raccontare a parole, perché è sicuramente un’esperienza che deve essere vissuto dall’inizio alla fine per capire appieno la meraviglia di questi Paesi. 

Rispondi